Andate al bar!

Sì, ma quale bar? Non è che si possa entrare in un locale qualsiasi, magari sporco, sciatto, disorganizzato e – peggio del peggio – illuminato poco e male. Non sarebbe da persone civili. L’uomo avveduto – e che non sia brutalmente avvezzo al maneggio della zappa, del tosaerba o della motosega – farà scelte ponderate. Cercherà anzitutto un locale nel quale si sappia ben preparare e servire un caffè shakerato. Un locale nel quale il bartender sia un originale, conosca almeno i tre quarti della lista internazionale dei cocktail e non cada dalle nuvole se gli si chiede uno Stinger (o bluffi, il miserevole, cercando di rifilarvelo confezionato con sciroppo di menta verde: lo sanno anche i bambini che lo sciroppo di menta, quello vero, è trasparente come l’acqua). Non si può andare a Casaccio, e nemmeno a Aramengo, per cose del genere. Si deve andare a Montemagno (Asti): al Posto pulito e illuminato bene. Mi raccomando, eh!

Annunci